fbpx

Ep.40 – Le emozioni, quelle imprescindibili

L’importanza del lato psicologico nel trading è ben nota a chiunque abbia maturato qualche esperienza nei mercati finanziari. Fare trading per ottenere profitto genera forti emozioni quali euforia, ansia o paura. È allora indispensabile imparare a governare queste emozioni e trarne vantaggio.

Innanzitutto cerchiamo di individuare quali sono gli errori legati alla nostra emotività più comuni nel trading. Per farlo dobbiamo partire definendo cosa sono le emozioni. Senza scomodare la letteratura sul tema, vi chiedo di accettare una definizione semplicistica: le emozioni sono una risposta mentale e fisica a degli stimoli e la loro principale funzione consiste nel rendere più efficace la REAZIONE dell’individuo a situazioni in cui si rende necessaria una risposta immediata ai fini della sopravvivenza. Una reazione che non utilizza quindi processi cognitivi e che possiamo definire IRRAZIONALE.

Presa per buona questa definizione, la prima conseguenza sarà condividere che a parità di stimoli, ad esempio una notizia di mercato, avremo reazioni diverse l’uno dall’altro proprio perché siamo individui. La seconda è che possiamo leggere il mercato come la somma di processi mentali individuali, emozioni incluse, che formano una realtà mentale collettiva. L’espressione di questa realtà collettiva non è altro che il prezzo attribuito a uno strumento finanziario in ogni istante.

Per come le abbiamo definite, le emozioni possono danneggiare il trading perché rappresentano una reazione non del tutto razionale a uno stimolo, positivo o negativo che sia. Se non controllo le emozioni sarò portato a sbagliare nel trading perché mi comporterò appunto in modo non del tutto razionale. Ma quali sono i principali errori in cui posso incorrere se non governo la mia emotività? Vediamone alcuni definendo anche il tipo psicologico di trader che più frequentemente v’incorre.

  1. Non chiudere una posizione anche dopo aver riconosciuto che l’idea iniziale era sbagliata: il Negazionista
  2. Non prendere profitto da un trade positivo convincendosi che continuerà all’infinito: il Sognatore
  3. Dimenticare le regole di gestione del rischio convinti della propria infallibilità: l’Euforico
  4. Non investire quando tutte le condizioni ci dicono di farlo: l’Impaurito
  5. Fare trading per raddoppiare il proprio capitale con un singolo trade: lo Scommettitore.

 

Chi fa trading sa bene che all’inizio di quest’attività ci si può trovare in una o più di queste condizioni. Cosa fare? Partiamo da alcune semplici regole per ovviare agli errori sopra descritti:

  1. Quando si apre un trade, fissate sempre uno stop alle perdite; se volete gestire dinamicamente il rischio potete usare un trailing stop ma in ogni caso mettete sempre un limite alle perdite
  2. Definite a priori qual è l’obiettivo del vostro trade, fissate un limite al profitto: raggiunto il limite, chiudete il trade e incassate i profitti
  3. Stabilite le regole per gestire il rischio, fatelo partendo dai due punti precedenti
  4. Definite un processo d’investimento rigoroso e rispettatelo: quando i vostri segnali vi dicono di investire fatelo e guadagnateCi auguriamo che questo podcast sia stato di vostro gradimento.
    Un saluto da PDC Academy

__________________________________________________________________________________________

ASCOLTA IL NOSTRO PODCAST SU SPREAKER:

Ascolta “EP.40 – Le emozioni, queste imprescindibili” su Spreaker.

__________________________________________________________________________________________

Sei interessato a conoscere le tecniche di Supply and Demand?
Scarica il nostro Ebook gratuito e scopri una promozione esclusiva per te!

Clicca qui per scaricare il REGALO per te!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *