fbpx

FAIR VALUE DEI PREZZI

I mercati, nella loro essenza, sono stati costruiti per facilitare il trading. I movimenti di azione dei prezzi su qualsiasi grafico sulla tua piattaforma di trading sono il risultato di questo obiettivo primario del “mercato”. In poche parole, ciò che vedi nei tuoi grafici è il risultato del principio di domanda e offerta. Se la domanda supera l’offerta, il volume totale degli scambi degli acquirenti è maggiore del volume totale degli scambi dei venditori, facendo salire il prezzo di ogni particolare strumento finanziario.

Al contrario, se l’offerta supera la domanda, il volume totale degli scambi dei venditori supera quello degli acquirenti, facendo scendere il prezzo. Nello scenario in cui l’offerta è uguale alla domanda, il prezzo non si muoverà in nessuna direzione, invece inizierà ad accumularsi o consolidarsi e sviluppare quello che io chiamo un valore equo del prezzo, o un’area in cui sia gli acquirenti che i venditori concordano che lo strumento o la sicurezza è valutato correttamente considerando i fondamenti sottostanti “.

Il grafico sopra mostra come l’offerta e la domanda si traducono in movimenti di prezzo. La prima mossa verso l’alto all’inizio del grafico, accompagnata da quella freccia in su, è il risultato di una domanda che supera l’offerta per questo titolo. Per dirla in termini pratici, il volume totale degli ordini di acquisto è stato superiore al volume totale degli ordini di vendita, il che sta causando un aumento del prezzo. Indipendentemente dalle loro ragioni, i venditori non avevano la fiducia necessaria per entrare nel mercato in quel momento.

“Probabilmente hanno ritenuto che il prezzo non fosse conforme alla loro valutazione delle ultime notizie fondamentali e che avrebbe dovuto essere valutato a un prezzo più alto. Solo allora entreranno nel mercato, creando un’offerta. E lo hanno fatto nell’area contrassegnata da un rettangolo. Sono entrati nel mercato aumentando l’offerta e facendo sì che il prezzo interrompesse la sua ascesa, di conseguenza. Quest’area in cui il prezzo si sta muovendo lateralmente, mostra che il mercato ha trovato un equilibrio, l’offerta soddisfa la domanda. Il mercato ha raggiunto il suo scopo di facilitare gli scambi tra acquirenti e venditori.

A questo punto, sia gli acquirenti che i venditori sono d’accordo sul fatto che questa area di prezzo è giusta e nessuno dei due è interessato ad entrare nel mercato per spingere il prezzo verso l’alto o verso il basso. Si sentono contenti di mantenere il prezzo in quell’area ristretta, con gli acquirenti che entrano solo quanto basta per evitare che il prezzo scenda al di sotto del limite inferiore di quest’area e che i venditori entrino al limite superiore dell’area, a spingere il prezzo dentro. “

“È importante che tu comprenda quanto segue: gli acquirenti e i venditori di cui parlo e che si comportano in questo modo non sono individui come te e me. In ogni dato mercato, ci sono due tipi di trader, trader a breve termine e trader a lungo termine. I trader a breve termine sono principalmente singoli trader al dettaglio come te, me e molti altri. I trader a breve termine come noi si impegnano nel trading con una cosa in mente: speculare sul mercato. Prendiamo decisioni di trading basate sui tempi a breve termine, non ci interessa davvero l’andamento settimanale o mensile. Non prendiamo decisioni di trading basate sui fondamenti sottostanti di una coppia.

Alcuni di noi leggono le notizie, evitano di fare trading quando escono notizie importanti, altri addirittura provano a scambiare le notizie. Usiamo le notizie in modo speculativo, evitiamo il trading quando vengono rilasciate ma, penso sia sicuro affermare che l’impatto delle notizie fondamentali sul nostro trading si ferma qui. Non prendiamo decisioni di trading in base alle notizie. L’unica cosa a cui siamo veramente interessati è trarre profitto dalla speculazione dello squilibrio del mercato.

E lo facciamo analizzando il mercato da un punto di vista tecnico, nella speranza di trovare una solida opportunità di trading. Attendiamo pazientemente l’opportunità di presentarsi, agiamo su di esso per fare un piccolo profitto, speriamo, uscire e ripetere il processo. ”

“Perché dovremmo preoccuparci molto della salute generale di un mercato o di un altro? Non manteniamo posizioni aperte per un anno, non importa ai piccoli trader come te e me che valuta Bitcoin in downtrend per tre mesi, ad esempio. E allora? Non influisce affatto sul mio trading. Non ho investimenti a lungo termine su Bitcoin. Non mi importa se Bitcoin cade o no, non sarò interessato direttamente in alcun modo.

Il mio compito è sfruttare i movimenti del mercato che questo inverno genererà. Negozerò  BTC/ USD in entrata e in uscita tutte le volte che posso senza dargli un solo pensiero sulla salute generale del titolo rispetto alle altre valute e tutte le implicazioni economiche che ne deriveranno.

E poi c’è il commerciante a lungo termine. Ad egli importa della salute del bitcoin. Ha posizioni aperte a lungo termine. Lui, questo trader a lungo termine, è in realtà un fondo di investimento con grandi quantità di capitale a sua disposizione. Sta cercando di investire a lungo termine come ritiene opportuno, al fine di mantenere la crescita del capitale a poco a poco ogni mese, per soddisfare i suoi clienti.

Opera con grandi volumi di trading, al contrario di te e me. Subirà perdite dirette se bitcoin cadrà, quindi decide di vendere bitcoin e chiudere le sue posizioni aperte. Forse deciderà di prendere quel capitale e investirlo in altro fino a quando il mercato non diventerà più stabile. “Quando l’incertezza torna a un livello normale chiuderà in tutto o in parte le sue posizioni in oro e acquisterà nuovamente bitcoin, questa volta a un prezzo molto più basso. I trader a lungo termine sono le banche e tutte le altre grandi istituzioni finanziarie “.

“Questi sono quelli che muovono il mercato a causa dei loro grandi volumi commerciali. Analizzano i mercati da un punto di vista fondamentale e adeguano le loro posizioni aperte sulla base di questa analisi, distribuiscono il loro capitale di investimento in modo da minimizzare il rischio e massimizzare i rendimenti. Sono molto interessati allo stato generale del mercato perché sono in prima linea, il loro capitale è esposto a rischi, subiranno perdite dirette se non hanno una visione d’occhio del mercato in ogni momento. Questo è il motivo per cui di solito rispettano i tempi più lunghi, per vedere il quadro generale.

“Avendo letto tutto quanto sopra riguardo agli operatori a breve e lungo termine, guardando il primo grafico, che tipo di comportamento osservi? Sono i trader a lungo termine che hanno il potere di spostare il prezzo verso l’alto o verso il basso, e sono i trader a lungo termine che decidono di mantenere il prezzo limitato in un movimento laterale. Sono quelli con gli enormi volumi di negoziazione e il volume di negoziazione è ciò che muove il mercato. Io e te non abbiamo alcun impatto sui movimenti dei prezzi. Effettuando il collegamento con i movimenti dei prezzi sul grafico sopra, i trader a lungo termine hanno deciso che il prezzo dovrebbe essere più alto all’inizio del grafico a sinistra. “

“L’acquirente a lungo termine è entrato” nel mercato creando domanda mentre il venditore a lungo termine è rimasto in disparte. Entrerà nel mercato per vendere a un prezzo più vantaggioso per lui. Perché il venditore dovrebbe apparire prima? Ha letto le stesse notizie dell’acquirente e ha fatto la stessa analisi fondamentale. Sia l’acquirente che il venditore a lungo termine concordano sul fatto che il prezzo dovrebbe essere più elevato. Questo tipo di comportamento è ciò che genera i movimenti di prezzo che vedi sui tuoi grafici.

Sono quelli che muovono i mercati, ha senso studiare il loro comportamento, osservare come i prezzi si muovono a seguito delle loro azioni e formulare concetti, regole e strategie per seguire ciò che fanno, essere nella loro stessa barca. Dobbiamo scoprire i loro passi e seguirli. Questa è l’idea principale dietro i concetti e le strategie di azione sui prezzi che presenterò sul mio Manuale che uscirà nel Febbraio 2020

“Rispetto a quanto detto fino ad ora, siamo particolarmente interessati ai movimenti di prezzo come quello nel grafico sopra, enfatizzato dal rettangolo, perché è qui che nasce il valore equo del prezzo. A breve vedrai cos’è esattamente il valore equo, come contrassegnarlo correttamente e quanta conoscenza può fornire durante le decisioni di trading.

Tornando al grafico sopra, dopo che il prezzo si è spostato lateralmente per un po’, alla fine si rompe al ribasso. Questo è mostrato sul grafico dalla freccia giù che accompagna lo spostamento verso il basso del prezzo a destra del grafico. L’offerta ha superato la domanda, causando il ribasso del mercato, alla ricerca di acquirenti in modo da facilitare nuovamente gli scambi tra le due parti. Il prezzo scenderà fino a quando la domanda non verrà soddisfatta o, in altre parole, fino a quando non susciterà l’interesse all’acquisto, il che comporterà un aumento degli ordini d’acquisto per la sicurezza “.

CHE COSA SONO LE AREE DI FAIR VALUE?

“Come avrete intuito dai miei commenti sopra, il valore equo di ogni data coppia è un’area in cui il prezzo ha trascorso la maggior parte del tempo a fare trading, un’area in cui l’offerta ha soddisfatto la domanda e sia gli acquirenti che i venditori hanno concordato che questo l’area dei prezzi corrisponde alle loro aspettative attuali. Sono felici di lasciare il prezzo al livello attuale, lo considerano un prezzo equo in questo momento. Dicono che le immagini siano meglio di mille parole e non posso essere in disaccordo. Pertanto, basandoci sul primo grafico, vediamo dove si trova esattamente l’area del valore equo. ”

“L’area dei prezzi confinata tra quelle due linee orizzontali nel grafico sopra è l’area del valore equo. Da questo punto in poi, poiché discuterò molto delle aree a valore equo, semplificherò l’etichetta e le chiamerò “aree di valore” o “valore”. Non è importante il modo in cui le chiami, finché ti abitui identificarli e riconoscere il loro vero significato e importanza nel trading.

Perché ho scelto i limiti di valore in quel modo? “

“Puoi vedere che il prezzo è andato tre volte al di sopra del limite superiore del valore che ho tracciato sul grafico e due volte al di sotto del limite inferiore. Tuttavia, il prezzo non ha trascorso molto tempo in quelle aree, ha solo testato quei livelli, trovato la domanda al ribasso, l’offerta al rialzo e rapidamente tornato indietro nell’area in cui si stava svolgendo la maggior parte degli scambi. Queste aree in cui il prezzo si discosta dal valore per un breve periodo di tempo solo per tornare al suo interno è ciò che io chiamo eccesso di prezzo.

Discuteremo più in dettaglio su queste aree a breve. Questo tipo di trading è altamente discrezionale. Ci vorrà un po ‘di pratica da parte vostra per imparare come identificare correttamente le aree di valore nei grafici. Non preoccuparti, non è difficile, basta un po ‘di tempo sullo schermo e sarai in grado di vederli e contrassegnarli molto facilmente. L’unica cosa da ricordare quando si segnano i confini del valore è che questo non è qualcosa che devi misurare con precisione.

“Non pensare a quei limiti di valore superiore e inferiore come a linee esatte sul grafico. Pensa a loro come aree di prezzo o zone di prezzo. Non devono nemmeno essere linee, puoi disegnare un rettangolo per inglobare l’area del valore se aiuta di più. Questo non dovrebbe essere affrontato con precisione matematica. Quando cerchi il valore, osserva attentamente i movimenti dei prezzi in questione e osserva l’area in cui ha avuto luogo la stragrande maggioranza delle negoziazioni “.

“Nota il grafico sopra. Se dovessimo escludere il tempo dall’equazione e tracciare solo il prezzo sul nostro grafico, non vedresti nessuno spazio bianco. Vedresti il ​​prezzo limitato in una piccola area. In questa situazione l’area dei prezzi contrassegnata con un rettangolo sopra apparirebbe come un grande rigonfiamento perché c’è molta attività commerciale lì. Pensa a questo come eliminare tutto lo spazio vuoto tra i movimenti di prezzo che si trovano all’interno dell’area del valore.

Quello che otterrai è un rigonfiamento del prezzo a sinistra del grafico. Le zone di prezzo che ho sul mercato con “1” e “2” sarebbero molto magre perché non c’è molto trading in corso in quelle aree. Notare i movimenti dei prezzi all’interno dell’area dei valori inclusa nel rettangolo sopra. Popolano sempre la stessa fascia di prezzo. Il prezzo sta ruotando su e giù. Questo è ciò che crea il valore del prezzo. Sia gli acquirenti che i venditori riconoscono che questa area di prezzo sia equa in questo momento per questa sicurezza. Si sentono a proprio agio a lasciarlo in quest’area fino a quando ulteriori sviluppi fondamentali non cambieranno lo status quo. “

“Vedi un altro esempio di valore sviluppato nel grafico. Nota dove scelgo di disegnare i limiti dell’area del valore. Quando si identificano e si segnano i confini dell’area dei valori, provare a lasciare più spazio vuoto possibile, sopra e sotto. Nota i movimenti dei prezzi sotto l’area del valore contrassegnati come “1” e “2”. Ci sono enormi lacune a sinistra e a destra di entrambi. Il prezzo non ha trascorso molto tempo in queste aree di prezzo.

Lo stesso con il prezzo “3” si sposta al di sopra del valore. Tutti e tre sono in eccesso. Il consenso tra acquirenti e venditori a lungo termine è ciò che dà valore a una determinata area di prezzo. Su queste tre piccole mosse sotto e sopra l’area di valore non c’è consenso. Su “1” e “2”, gli acquirenti entrano nel mercato e spingono indietro il prezzo nel luogo in cui si svolge la maggior parte delle negoziazioni. Proprio all’interno del rettangolo. Su “3”, i venditori entrano nel mercato per spingere il prezzo al di sotto del valore riconosciuto.

Ecco come funziona: vogliono comprare sotto e vendere sopra quello che considerano un prezzo equo. Il prezzo che va più in alto, al di sopra del valore percepito, è considerato un’opportunità di vendita dal venditore a lungo termine e il prezzo che scende, al di sotto di quello che è generalmente accettato come il valore equo di questa coppia, è considerato come un’opportunità di acquisto dall’acquirente a lungo termine .

“Il valore può svilupparsi sopra l’altra area di valore. Nel grafico sopra, il rettangolo più grande è l’area di grande valore in quella regione di prezzo. Le due lunghe frecce orizzontali sul lato destro rappresentano il territorio di questa area di valore dominante. Vedremo più avanti quanto territoriali possano diventare queste aree di valore. Puoi vedere il prezzo che inizia ad andare al di sopra dell’area del valore in quello che inizialmente sembra essere un prezzo in eccesso.

Affinché ciò sia validato come eccesso, come spiegato nei grafici e nei commenti sopra, il prezzo avrebbe dovuto trascorrere un periodo di tempo limitato in quell’area, solo per tornare indietro all’interno dell’area del valore. Invece, il prezzo non ritorna all’interno del valore, inizia a popolare quello spazio con piccoli movimenti su e giù. Il limite superiore dell’area di valore dominante funge da livello di supporto per il prezzo.

“Al contrario, il piccolo valore si sviluppa all’esterno, al di sotto dell’area del valore dominante. Il limite inferiore dell’area di grande valore funge da resistenza per il prezzo. Non c’era abbastanza domanda al limite inferiore dell’area di valore per spingere indietro il prezzo e formare un prezzo in eccesso. Invece, il prezzo rimane al di sotto dell’area del valore, facendo piccoli movimenti su e giù, ruotando, per dare a quest’area di valore il prezzo. Sto parlando del rettangolo più piccolo nella tabella sopra, sotto il valore.

Alla fine, il prezzo trova una domanda sufficiente per tornare all’interno del territorio dell’area di maggiore valore. È interessante notare che si dirige direttamente verso il limite superiore dell’area di valore dominante, trova lì una forte offerta di ordini di vendita, con conseguente forte movimento al ribasso. Troverai questo tipo di movimenti di prezzo molto nei tuoi grafici. Discuteremo più in dettaglio su come le aree di valore interagiscono tra loro e su come possiamo sfruttare questo fatto in seguito. ”

“Nota un altro esempio di come il processo del mercato sviluppa valore. Tutti quei rettangoli sul grafico sono aree di valore. Alcuni più piccoli, altri più grandi, danno tutti il ​​valore dell’area prezzo. Il mercato si sposta dall’equilibrio allo squilibrio, tra domanda e offerta. In termini di valore, il mercato è equilibrato, il che significa che l’offerta è all’incirca la stessa della domanda e che acquirenti e venditori si accontentano di eseguire negoziazioni in quell’area. Quando il mercato non ha valore, in realtà cerca valore spostandosi sempre più in alto. Questa è la fase di mercato in cui la domanda supera l’offerta, facendo salire il mercato fino a trovare venditori.

Questo fa parte della struttura del mercato. Ne avrai una completa comprensione quando discuteremo di come si muove il valore.

Prima di andare oltre, smetti di leggere e apri la tua piattaforma di trading. Apri un grafico, scorri indietro per un periodo di tempo a tua scelta e identifica le aree di valore su quel grafico uno per uno. Questo può essere appreso meglio con la pratica. Fallo fino a quando diventa facile per te individuare aree di valore con una semplice occhiata. Non dovrebbe raccontare a lungo. “

GUIDE LINEA

Osserva le aree in cui il prezzo è stato scambiato di più.

• Osservare le aree sopra e sotto, dove il prezzo è stato scambiato di meno. Questo è un eccesso.

• Cercare di lasciare il maggior spazio possibile per separare correttamente il valore dal prezzo in eccesso.

• Movimenti ripetitivi su e giù nella stessa area di prezzo sono ciò che crea valore.

• Immagina che l’asse temporale orizzontale sul tuo grafico scompaia. Lo spazio tra i movimenti dei prezzi non esiste più. Questi movimenti creeranno un rigonfiamento o gonfiore. Questo rigonfiamento è l’area del valore. Sul lato superiore e inferiore del gonfiore, dove il prezzo è stato scambiato di meno, ci sarà un territorio quasi piatto. Questo è il prezzo in eccesso.

• Dopo aver contrassegnato le aree dei valori sul grafico e abituarsi a individuarle, estenderle una ad una alla parte destra del grafico e vedere come reagiranno i futuri movimenti dei prezzi quando entrano in contatto con ciascun limite di valore. “

Questo vuole essere il punto di inizio per la spiegazione dell’anatomia del mercato, ci saranno presto nuovi contenuti al riguardo.

Nel mentre ci auguriamo che l’articolo sia stato di vostro gradimento

Un saluto da PDC Academy.

__________________________________________________________________________________________

Sei interessato a conoscere le tecniche di Supply and Demand?
Scarica il nostro Ebook gratuito e scopri una promozione esclusiva per te!

Clicca qui per scaricare il REGALO per te!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *